Ciclo di opere realizzate a partire dal 2014 che ritraggono prevalentemente volti di persone a cui sono legato da un rapporto affettivo, risolti con pose e parvenze che richiamano la ritrattistica del '400.
Avvolte in una luce bianca, sbiadite e con le caratteristiche formali parzialmente cancellate, le figure sembrano instabili nel tempo e nella memoria, come un ricordo. Sono realizzati su tela preparata con un'imprimitura a gesso e disegnati a matita che successivamente ripasso con acqua ottenendo delle striature di grafite che si fondono e che diventano tutt'uno con il gesso della superficie.