Opere di medio formato che ritraggono ombre o figure appena accennate da pochi tratti di pastello bianco o dipinte con diafane stesure leggere e uniformi che appaiono trasparenti e avvolte in un flusso di materia nera, presenze umane sospese in un'altra dimensione.
Come per i Ricordi l'ispirazione allude alla ritrattistica rinascimentale, in particolare a quella fiamminga.
Anche in questo caso le figure risultano indefinite e livide ma caratterizzate da uno sguardo penetrante, che ci osserva attentamente, in attesa di risposte.